Cerca
  • DiGeBeau Alberto Bologna - Alessandra Di Geronimo

Carbossiterapia

Aggiornamento: giu 22

Una metodica nata all'inizio del XX secolo e sviluppata sempre di più. Oggi è più attuale che mai per le sue numerose applicazioni che migliorano il microcircolo cutaneo, donando nuova vita alla pelle e al sottocute.






Il modo naturale col quale si ossigenano i tessuti è di scambiare anidride carbonica con l'ossigeno trasportato dai globuli rossi. La carbossiterapia si basa proprio su questa idea: arricchendo i tessuti di anidride carbonica (CO2), si incrementano gli scambi con l'ossigeno del sangue.

Perché non iniettare direttamente l'ossigeno? Si può fare ma l'ossigeno è altamente infiammabile, mentre l'anidride carbonica è inerte e molto più sicura da adoperare.

Questa terapia può essere utile in numerosi quadri patologici, quali le vasculopatie periferiche, le panniculiti (fra le quali la cellulite), lesioni ulcerative su base vascolare e diabetica e la psoriasi. Non va praticata in chi soffre di gravi insufficienze respiratorie, renali, epatiche e cardiache, nei pazienti in terapia con inibitori dell'anidrasi carbonica e nei pazienti con anemia grave.


Impiego in medicina estetica


Le principali applicazioni in medicina estetica sono legate alla rigenerazione tissutale determinata dal miglioramento del microcircolo e dall'ossigenazione dei tessuti, unite all'effetto di scollamento del tessuto sottocutaneo che è stimolato a ripararsi producendo nuovo collagene.

Il trattamento della Cellulite è una delle maggiori indicazioni alla carbossiterapia. L'iniezione di anidride carbonica nelle regioni colpite da cellulite determina una netta riduzione della flogosi e del fenomeno della pelle a buccia d'arancia.

Un'indicazione più prettamente estetica è il ringiovanimento cutaneo, evidente dopo poche sedute, con una pelle che diventa più luminosa, liscia e compatta.

L'iniezione di CO2 avviene attraverso aghi sottilissimi introdotti nel tessuto sottocutaneo, a velocità e temperatura controllate dall'apparecchiatura, in modo da divenire il più tollerabile possibile.

La procedura è rapida e si possono riprendere immediatamente le normali attività quotidiane. Una seduta dura circa un quarto d'ora e un ciclo di trattamento varia dalle cinque alle dieci sedute, da personalizzare in base alla caratteristiche del soggetto e del problema affrontato.


Altre indicazioni estetiche sono le teleangectasie, le smagliature, le cicatrici ipertrofiche o retraenti, le adiposità localizzate e l'alopecia.

Gli effetti sui tessuti sono sorprendenti: è possibile ottenere un visibile ringiovanimento del viso dopo poche sedute, con una netta riduzione delle rughe e un aumento del turgore e dell'elasticità della cute.


Nel video vediamo un trattamento del contorno occhi, rapido, efficace e senza necessità di tempi di recupero. Il volto assume immediatamente il suo aspetto normale e si può tranquillamente riprendere le proprie attività senza necessità di correttori o trucco. Nel filmato, la modella è praticamente priva di trucco e l'aspetto della pelle è quello naturale. Il fastidio della procedura è minimo, dal momento che gli aghi sono sottilissimi e non viene iniettato materiale estraneo. L'anidride carbonica viene eliminata naturalmente dall'organismo attraverso il respiro.

149 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

TIMED Chirurgia

La Timedchirurgia (Technique for the Implementation of Measured Electrosurgical Data) ha trasformato una tecnica empirica, l’elettrochirurgia, in una metodica standardizzata che consente di eseguire i

I Filler

I più popolari trattamenti della medicina estetica, offrono soluzioni immediate senza dover ricorrere al bisturi. I Filler (dall’inglese to fill = riempire, dunque letteralmente “riempitivi”), sono pr

Cryoliposculpt®

Un sistema innovativo per il rimodellamento della silhouette, senza ricorrere al bisturi. Oggi è possibile rimodellare la silhouette senza ricorrere a interventi chirurgici, ottenendo risultati sorpre